idee ed esperienze per la creatività

Quasi a lieto fine

5X5 Acquerello In Itinere – Seconda tappa – Padova

Per la seconda tappa di Acquerello In Itinere ci troviamo al Parco degli Alpini. Il parco si estende su un’area di circa 100.000 mq, utilizzata a partire dal 1963 come discarica, è stata sottoposta a opere di bonifica dal 1987 e ripensata come parco urbano di quartiere con un progetto del 1998. Il nome di “Parco degli Alpini” nasce dalla collaborazione ai lavori di rimboschimento che gli Alpini hanno prestato nell’ambito della manifestazione per il loro Raduno annuale. Oggi il parco offre percorsi e viste sulla campagna limitrofa varie ed interessanti sia per conformazione vegetale sia grazie ad interventi architettonici poco invasivi.

Al Parco degli Alpini abbiamo trovato un contesto adatto per sperimentare la pittura all’aria aperta ad acquerello iniziando con pochi tratti di disegno sulla carta per concentrarci subito dopo sulla resa di luci e ombre attraverso l’utilizzo informale di acqua e colore. Osservo il contesto in cui io stessa sono immersa, scelgo a cosa farmi attenta, prendo appunti in forma di segni e … mi lascio andare agli “errori” a cui acqua e pigmenti daranno vita.

Non è facile apprendere attraverso “l’errore”: ci vuole coraggio, umiltà e pazienza. Quando a metà mattinata, concluso il primo esercizio, attraversiamo il parco per raggiungere un’altra postazione e cambiare punto di vista, siamo stanche e, presa di nuovo posizione di fronte ad un gruppo di pioppi giganti, rimaniamo in silenzio, concentrate sul nostro secondo esperimento di pittura. Questa volta, nonostante la stanchezza, osservando a distanza i nostri lavori ci sentiamo almeno un po’ soddisfatte del risultato: sulla carta, qua e là, ci sono cose che ci piacciono, su altre dovremo lavorare ancora molto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *